Lavori in autostrada e code   E sarà così per un mese
La situazione in autostrada non migliorerà fino alla prima settimana di novembre

Lavori in autostrada e code

E sarà così per un mese

Ieri mattina 25 minuti da Tavernola a Grandate ma i disagi peggiori si registrano in direzione Svizzera. In corso nuove ispezioni sulla sicurezza delle gallerie

Ancora code e caos per le ispezioni alle gallerie nell’ultimo tratto dell’autostrada verso la Svizzera che, di fatto, hanno determinato la chiusura totale di una delle due carreggiate mentre l’altra viene utilizzata con una corsia per senso di marcia.

I disagi maggiori si registrano in direzione Svizzera, con lunghe code già dalle prime ore della mattina (che interessano pure la viabilità ordinaria tra Prestino, Breccia, Monte Olimpino e Ponte Chiasso) con almeno 2 chilometri di colonna anche nelle fasce orarie tranquille di metà pomeriggio. In senso contrario situazione migliore, ma comunque pesante per gli automobilisti: ieri mattina verso le 9 per percorrere la manciata di chilometri tra Tavernola e Grandate è stato segnalato un tempo di percorrenza di circa 25 minuti.

E le cose non miglioreranno fino alla prima settimana di novembre quando, secondo Autostrade per l’Italia, si concluderà la seconda tranche di ispezioni all’interno delle gallerie dopo quelle effettuate (con annessi interventi di emergenza) la scorsa estate. Qualora dovessero rendersi necessari nuovi interventi di manutenzione non è escluso che ulteriori lavorazioni possano essere programmate a novembre. In ogni caso, questo almeno è il cronoprogramma previsto, entro fine novembre l’autostrada sarà riaperta regolarmente con tutte le corsie disponibili. Ma esattamente in cosa consistono le lavorazioni che stanno creando così tanti disagi ad auto e camion? In pratica si tratta di perforazioni, videoispezioni. prelievi di materiale e test in laboratorio.

Tra fine febbraio e l’inizio di marzo verranno fatte le stesse operazioni sulla carreggiata opposta e, quindi, con le stesse modalità attuali.

Intanto proseguono pure le chiusure notturne che vanno a creare rallentamenti sulla viabilità ordinaria con deviazioni che arrivano anche a Fino Mornasco. In particolare da mezzanotte alle 5 di mercoledì verrà chiuso il tratto tra Lago di Como e il bivio con la tangenziale di Como con obbligo di ingresso, in direzione Milano, da Fino Mornasco e a Lago di Como (con successivo ingresso sempre a Fino) per chi arriva dalla Svizzera.

Con gli stessi orari chiusura anche tra Como Centro e Chiasso con obbligo quindi, per chi è diretto in Svizzera, di uscire a Como Centro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA