Le va un boccone di traverso  Salvata in extremis ad Asso
L’ambulanza del Sos di Canzo davanti all'abitazione per i soccorsi

Le va un boccone di traverso

Salvata in extremis ad Asso

Un’anziana non respirava più: decisivo l’arrivo del Sos di Canzo. Appena si è ripresa è stata trasportata con l’elicottero al Sant’Anna

Ha rischiato la vita per un pezzo di carne andatole di traverso. A salvare una donna di Scarenna di poco più di settant’anni di età, ci hanno pensato gli infermieri del Sos di Canzo con l’intervento dell’elisoccorso di Como. Grazie al pronto intervento dei soccorritori la donna si è ripresa e al momento del trasporto con l’elicottero all’Ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia le sue condizioni erano soddisfacenti considerato il rischio corso.

L’episodio è avvenuto venerdì sera attorno alle 19 quando nell’abitazione della frazione Scarenna di Asso una delle due donne ha iniziato a faticare a respirare: un pezzo di carne che aveva appena mangiato le era rimasto in gola impedendole la respirazione.

L’altra sorella sì è immediatamente preoccupata ed ha avvertito i soccorsi che sono arrivati a Scarenna con il massimo codice d’urgenza: il rosso. Sul posto l’ambulanza della Sos di Canzo, la cui sede fortunatamente non è molto distante dal luogo dell’incidente, mentre in un prato è atterrato l’elisoccorso di Como con il medico.

Da subito, come previsto in questi casi, i soccorritori hanno fatto la manovra di Heimlich cercando di liberare più volte l’ostruzione, la donna ad un certo punto è diventata incosciente e i soccorritori hanno iniziato il massaggio fino a quando è uscito il pezzo di carne.

Liberate le vie aeree la donna ha iniziato comunque a migliorare ed è stato quindi possibile trasportarla sull’elicottero con direzione Ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia.

Giovanni Cristiani


© RIPRODUZIONE RISERVATA