Mai più ressa al centro prelievi Ex Sant’Anna, lavori nelle palazzine
Pazienti in attesa del proprio turno al centro di prenotazione del vecchio ospedale (Foto by archivio)

Mai più ressa al centro prelievi
Ex Sant’Anna, lavori nelle palazzine

Apre il cantiere per la ristrutturazione delle palazzine del Cup e della Neuropsichiatria infantile

Una gara per ristrutturare le due palazzine all’ingresso di via Napoleona, la cittadella della salute assomiglia così sempre più ad un vero ospedale.

L’Asst Lariana ha indetto una procedura negoziata per rimettere a nuovo i due edifici a lato dei cancelli dove oggi hanno sede la neuropsichiatria infantile (a sinistra) e il centro di prenotazione e la sala prelievi (a destra). L’intenzione è quella di spostare qui gli uffici di scelta e revoca e le vaccinazioni. Il progetto è già in fase esecutiva, la priorità per l’azienda socio sanitaria è massima, l’importo ammonta a 871mila euro.

«La ristrutturazione dell’edificio numero 42 nell’ambito della cittadella sanitaria - si legge nella delibera firmata il 7 ottobre - prevede di collocare il servizio cup e gli uffici di scelta e revoca dei medici. Per la ristrutturazione dell’edificio numero 40 invece il servizio di vaccinazioni e prelievi. Il progetto esecutivo per entrambi i cantieri è stato redatto dalla società Poolmilano Srl. La divisione in lotti viene proposta perché i lavori devono essere effettuati coordinando il trasferimento delle attività sanitarie».

La gara negoziata è indetta invitando alcune ditte a presentare un’offerta. L’impegno di spesa è suddiviso tra il 2020 e il 2021. La neuropsichiatria infantile verrà ricollocata al quarto piano del monoblocco dove un tempo c’erano le sale operatorie, lo stanziamento è già garantito e pesa sui bilanci ospedalieri finanziati a livello regionale per 355mila euro. Invece il cup e il centro prelievi dovranno trovare una sistemazione temporanea per permettere agli operai di concludere le ristrutturazioni, con ogni probabilità al piano rialzato. È da decidere il futuro dell’ex pronto soccorso,un grande spazio inutilizzato sotto all’edificio centrale che si pensava di demolire e che invece potrebbe essere sfruttato per accogliere altri servizi. A tal proposito a breve, già da novembre, nella cittadella arriverà come aveva annunciato l’Asst Lariana la medicina dello sport, un servizio presente nel San Martino prima in capo all’Ats. Così il poliambulatorio aumenta la sua offerta sanitaria. Intanto il Comune immagina altre destinazioni al tavolo con la Regione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA