Montano, soffocato da un’arachide

Il bambino di un anno resta in coma

Il pediatra: «Le arachidi sono al primo posto tra gli alimenti pericolosi per i più piccoli

Montano, soffocato da un’arachide Il bambino di un anno resta in coma

Resta in coma all’ospedale di Bergamo, nel reparto di Terapia intensiva, il bimbo di un anno che ha rischiato di soffocare a causa di una nocciolina.

L’episodio si è verificato sabato mattina a Montano Lucino. Il bimbo si è infilato nella narice un’arachide, che è poi arrivata fino alla trachea (il piccolo probabilmente ha inspirato, per lo spavento) creando gravi problemi respiratori. I genitori hanno effettuato le manovre di disostruzione e hanno chiamato il 112, visto che le condizioni del figlio non miglioravano.

Trasportato d’urgenza al Sant’Anna di San Fermo della Battaglia e poi in elicottero al Papa Giovanni XXIII di Bergamo (struttura specializzata nella cura dei bambini), è entrato in coma.

Le noccioline sono tra gli alimenti più pericolosi per i bimbi: «Arachidi e frutta secca in genere rappresentano la prima causa di soffocamento nella categoria degli alimenti. Negli Stati Uniti addirittura ne hanno vietato la presenza nei luoghi pubblici frequentati da bambini, come scuole e feste», spiega la dottoressa Chiara Minelli del Pronto soccorso. 

I dettagli su la Provincia in edicola lunedì 4 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True