«Nessuna donna in Giunta»  Il caso San Fermo in Parlamento
Una sola donna nel gruppo di Pierluigi Mascetti

«Nessuna donna in Giunta»

Il caso San Fermo in Parlamento

Interrogazione parlamentare al ministro Alfano da parte dei deputati comaschi Braga e Guerra: «Non rispetta la legge sulla parità di genere»

Un’interrogazione al ministro dell’interno Angelino Alfano contro il sindaco di San Fermo della Battaglia, Pierluigi Mascetti. L’hanno presentata i deputati comaschi Chiara Braga e Mauro Guerra contestando all’amministratore comunale il mancato inserimento di donne all’interno della giunta. «Le nome vigenti, infatti, prevedono e garantiscono la presenza di entrambi i sessi nelle amministrazioni pubbliche - dicono- In alcuni comuni italiani, e purtroppo San Fermo della Battaglia appartiene a questo gruppo, assistiamo ad una ingiustificata assenza o sottorappresentanza del genere femminile nella composizione degli organismi esecutivi con la conseguente violazione delle norme riguardanti la parità di genere».

E ancora: «Nel caso specifico del comune comasco siamo in presenza di una giunta formata esclusivamente da soli uomini in cui non si è voluto, avanzando motivazioni del tutto inadeguate e pretestuose, prendere in giusta considerazione la possibilità, prevista dallo statuto comunale, di procedere alla nomina di assessori esterni e quindi di garantire, come previsto dalla legge, la presenza di entrambi i sessi nell’esecutivo comunale. Da notare come anche il consiglio del comune di San Fermo, risultante dalle elezioni dello scorso 5 giugno, conti la presenza di una sola donna, peraltro eletta nella lista di minoranza».

Il servizio completo su La Provincia di sabato 30 luglio


© RIPRODUZIONE RISERVATA