Omaggio a Filippo Mondelli  I suoi cimeli al Sacrario della Nautica
Filippo Mondelli campione non solo di canottaggio ma anche esempio di forza nell’affrontare la malattia

Omaggio a Filippo Mondelli

I suoi cimeli al Sacrario della Nautica

Il campione cernobbiese vinto dal male a 26 anni sarà ricordato dalla Canottieri Moltrasio sabato mattina al Santuario di Garzola

Nessuno muore sulla terra finché vive nel cuore di chi resta e Pippo, dai cuori, non se ne va. Sabato alle 10.30 al sacrario degli sport nautici di Garzola la Canottieri Moltrasio ricorderà il campione del mondo di canottaggio Filippo Mondelli, scomparso lo scorso aprile a soli 26 anni a causa di una tragica malattia.

Residente a Cernobbio, proprio nella canottieri moltrasina Filippo è cresciuto sportivamente e umanamente, raggiungendo livelli che mai prima la società, guidata dal presidente Alessandro Donegana, aveva toccato.

A sette mesi di distanza dalla sua scomparsa, dando seguito e supporto a un’idea nata da Enzo Molteni, la Canottieri ha deciso di organizzare questo momento di ricordo in un luogo simbolo per chi pratica sport.

Dove sono custoditi memorie ed emblemi di tanti protagonisti delle discipline nautiche come il canottaggio, il nuoto, la motonautica.

Alle 10.30 è prevista la celebrazione di una Messa nel Santuario di Nostra Signora del Prodigio e, a seguire, nel sottostante sacrario, la collocazione di alcuni simboli della carriera e della persona di Filippo.

L’accesso sarà riservato solo a un esiguo numero di persone per via delle restrizioni anti Covid: in circostanze normali, sicuramente in tanti avrebbero voluto prendere parte alla giornata.

Daniela Colombo


© RIPRODUZIONE RISERVATA