Palasampietro, si torna a sperare  Ci sono i soldi per i primi lavori
Il Palasampietro di Casnate senza tifosi

Palasampietro, si torna a sperare

Ci sono i soldi per i primi lavori

Il Comune di Como che gestisce l’impianto di Casnate ha bandito la gara

L’obiettivo: riportare la capienza a 99 persone. Bulgheroni: «Primo passo»

Non è svanito del tutto il sogno di portare la nazionale di basket femminile al Palasampietro. La Federazione Italiana Pallacanestro aveva infatti chiesto la disponibilità del palazzetto di Casnate con Bernate per disputare il 14 febbraio Italia-Macedonia, partita valida per le qualificazioni all’Europeo. Ma i problemi di agibilità dell’impianto per ora insormontabili, hanno poi indotto la Fiba (l’organo federale europeo) ad assegnare la gara a Pavia.

Non tutte le speranze però sono perse. Nei giorni scorsi infatti il Comune di Como, in qualità di gestore della struttura, ha indetto una gara per affidare l’incarico dei lavori necessari al rinnovo del certificato di prevenzione incendi. Un bando da 5.990 euro le cui offerte devono pervenire entro il 30 gennaio. L’intervento del capoluogo riguarda l’attuale capienza, limitata per motivi di sicurezza a 99 persone fra atleti e pubblico, e non il ripristino della piena agibilità con 2000 spettatori. «Un segnale molto positivo, il primo passo è stato fatto» dice il sindaco di Casnate, Fabio Bulgheroni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA