Parolario ha preso il via  «Una scommessa vinta»
Como inaugurazione a villa Olmo di Parolario 2019, da sinistra Alessio Brunialti, Carola Gentilini, Glauco Peverelli e Matteo Monti (Foto by Andrea Butti)

Parolario ha preso il via

«Una scommessa vinta»

All’inaugurazione il presidente Peverelli, il sindaco di Cernobbio Matteo Monti e l’assessore alla cultura del Comune di Como Carola Gentilini

La prima giornata di Parolario ha preso il via questo pomeriggio con i consueti saluti iniziali del presidente Glauco Peverelli, del sindaco di Cernobbio Matteo Monti e dell’assessore alla cultura del Comune di Como Carola Gentilini.

«Sono molto contenta di essere presente qui oggi – ha dichiarato l’assessore – in un festival che sta diventando sempre più importante per la nostra città e per questo motivo confermo e rinnovo il piacere di questa collaborazione con l’intera organizzazione di Parolario. Saranno dieci giorni molto intensi per la cultura e la letteratura, ambientati in molti punti suggestivi della nostra città. Inoltre, il tema della curiosità darà sicuramente tanti spunti di riflessione e approfondimento».«Credo che la cultura non abbia confini – ha aggiunto il sindaco di Cernobbio – condividere e lavorare insieme è sempre una grande opportunità. Noi siamo sempre aperti e disponibili a collaborare ed è per questo che sosteniamo sempre di più questa iniziativa. Como e Cernobbio sono i primi due Comuni che possono rilanciare la cultura sul primo bacino del Lario, perciò ci auspichiamo di poter continuare su questa linea».

Como: Parolario 2019 a Villa Olmo

Como: Parolario 2019 a Villa Olmo
(Foto by Andrea Butti)

Peverelli ha sottolineato l’importanza di sostenere il festival, sia da parte della cittadinanza che da parte delle istituzioni. «Sono fiero di presentare questa edizione, che è stata un po’ una scommessa, perché non abbiamo molte certezze, soprattutto dal punto di vista finanziario. Ne approfitto per invitare tutti a sostenerci, perché non vogliamo abbassare il livello della nostra proposta. Abbiamo un pubblico che si aggira intorno alle trentamila unità, se ognuno facesse una piccola offerta sarebbe bellissimo. Un’altra considerazione che faccio, vista la presenza dell’assessore, è che dopo diciannove anni di collaborazione noi non vorremmo più essere visti come la controparte, ma come una parte del Comune, perché stiamo facendo qualcosa per il Comune e i suoi cittadini. Ci piacerebbe che dall’altra parte ci fosse il medesimo atteggiamento nei nostri confronti».

La giornata prosegue con gli ospiti Patrizia Caraveo (“Conquistati dalla luna”) e, stasera alle 21 a Villa Olmo, Beppe Severgnini (“Diario sentimentale di un giornalista”)


© RIPRODUZIONE RISERVATA