Portichetto dice addio  allo storico sagrestano
Una foto d’epoca di Gino Meroni, durante gli scavi per la nuova chiesa negli anni ’50

Portichetto dice addio

allo storico sagrestano

Dolore a Luisago per la scomparsa di Gino Meroni, 85 anni

Una vita al servizio della propria comunità e della parrocchia, in prima linea quando c’era da dare una mano con quello sguardo buono e l’animo gentile, di chi fa del bene in silenzio.

Grande cordoglio nella comunità di Portichetto di Luisago per la scomparsa di Gino Meroni, 85 anni, sagrestano nella parrocchia da sempre. Gino è stato il “nonno” di tantissimi chierichetti legati a lui da un rapporto speciale, perché era davvero difficile non volergli bene: mai una parola di troppo, mai una lamentela, solo un grande amore e la voglia di mettersi in gioco per gli altri. Proprio lui è stato tra coloro che costruirono come volontari le fondamenta della nuova chiesa del paese.

Luisago. Gino Meroni

Luisago. Gino Meroni

Don Enrico Broggini, sacerdote di Luisago, gli è stato vicino e ora lo ricorda con affetto. «È stato tra coloro che hanno costruito la chiesa – conferma don Enrico – un giorno gli ho chiesto quando avesse iniziato a fare il chierichetto, lui mi ha detto che lo faceva fin da bambino e non ha mai più smesso. Fino all’ultimo, c’è sempre stato. In una delle ultime cerimonie funebri che è stato possibile fare prima dell’emergenza sanitaria, già non stava tanto bene e gli ho chiesto cosa ci facesse lì, ma lui ci teneva. È stato un grande punto di riferimento ed esempio per la nostra comunità».


© RIPRODUZIONE RISERVATA