«San Fermo, c’è in cassa un tesoretto  Eppure le tasse non scendono»
La cassa del parcheggio dell’ospedale, una “miniera” per il Comune di San Fermo

«San Fermo, c’è in cassa un tesoretto

Eppure le tasse non scendono»

La minoranza incalza la giunta per gli incassi al parcheggio dell’ospedale

Il vicesindaco Mascetti: «Demagogia. Realizzate opere pubbliche per 14 milioni»

Nessun aumento di tasse, questa una delle ultime decisioni in materia di bilancio dell’amministrazione Falsone che volge verso la fine del mandato (a maggio si rinnoverà il consiglio comunale).

«A fronte delle cospicue entrate nelle casse comunali, grazie alla bravura degli amministratori in carica, non ci sono state diminuzioni dell’aliquota Irpef, per esempio – dice Giuseppe Scalisi di Prospettiva San Fermo – un punto percentuale in meno costerebbe 72 mila euro in meno nelle casse comunali, ma favorirebbe tutti i cittadini».

È da oltre quattro anni che ad ogni discussione delle aliquote dell’addizionale Irpef o delle altre aliquote delle tasse comunali dai consiglieri di minoranza giunge lo stesso monito all’indirizzo della maggioranza della Giunta Falsone: «con un milione di euro in più in cassa, grazie agli introiti del parcheggio del Sant’Anna, non avete abbassato le tasse».

«Questa è pura demagogia» commenta il vice sindaco, ex sindaco e quasi certamente prossimo candidato sindaco Pierluigi Mascetti – e grazie agli introiti del parcheggio del Sant’Anna, abbiamo migliorato i servizi e speso oltre 14 milioni di euro in opere pubbliche per tutta la collettività».

Leggete tutti i particolari nell’edizione odierna de La Provincia


© RIPRODUZIONE RISERVATA