San Fermo, paese delle telecamere  «Siamo a quota 80. E non bastano»
Una delle nuove telecamere installate a San Fermo

San Fermo, paese delle telecamere

«Siamo a quota 80. E non bastano»

In questi giorni l’installazione di altri 18 occhi elettronici, finanziati con un bando

È record di telecamere in paese: sono 80 su un territorio di 5,4 chilometri quadrati. Con i 18 nuovi apparecchi che si stano installando in questi giorni si arriva ad un totale di una telecamera per meno di 100 persone, (98) ed una media di 14 occhi elettronici ogni chilometro quadrato.

“Telecamerizzare” il paese significa anche un investimento complessivo di 261 mila euro di cui circa 140 mila, più della metà, finanziati da enti sovracomunali attraverso i bandi sulla sicurezza.

San Fermo è uno dei paesi che ha sempre avuto un finanziamento partecipando con progetti mirati ai bandi sicurezza pubblicati da Regione Lombardia e recentemente anche dal Viminale. I fondi con cui si sta provvedendo a installare le 18 nuove telecamere sono infatti quelli dati dal Ministero dell’Interno, a San Fermo il contributo da parte dello Stato è di 48.556 euro, la metà dell’importo del progetto sicurezza presentato dal Comune amministrato da Pierluigi Mascetti (97.112 euro totali).

Un occhio elettronico ogni 98 abitanti, record in provincia e forse anche fuori dai confini locali, ma per il sindaco Mascetti 80 telecamere non bastano: «No, non sono tante, anzi, i cittadini ce ne chiedono altre, vogliono più protezione – precisa il primo cittadino – il territorio è coperto, ma vogliamo fare in modo che lo sia ancora di più. Ottanta sono ancora poche e come Amministrazione comunale faremo in modo che i bandi sulla sicurezza abbiano sempre la partecipazione del nostro Comune, con buoni progetti. Un territorio monitorato è più sicuro per tutti, non solo per i cittadini di San Fermo, ma per tutti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA