“Scrocconi” del parcheggio  Al S. Anna finisce la pacchia
Sbarrata l’accesso di quello che era diventato un parcheggio abusivo

“Scrocconi” del parcheggio

Al S. Anna finisce la pacchia

Montano Lucino: chiuso dal Comune il piccolo posteggio abusivo. Resta da risolvere il problema delle moto che ancora sono fuori posto

Basta auto posteggiate sulla ciclopedonale e nel piccolo spiazzo che la costeggia verso l’ospedale. In più, una striscia rossa segnala il passaggio ciclopedonale in concomitanza degli incroci.

Nei giorni scorsi l’amministrazione comunale, come aveva annunciato in più occasioni, ha provveduto a chiudere il passaggio che consentiva ai portoghesi della sosta di lasciare l’auto fuori dai parcheggi autorizzati.

Passando ora da via Lovesana, la strada che porta all’ospedale Sant’Anna, non si trovano più auto sul marciapiede nè nello spazio che ne conteneva circa una dozzina. La scelta di chiudere quell’area aveva fatto discutere diversi cittadini che non ne vedevano le ragioni.

Di fatto le auto incolonnate sul marciapiede e quelle che facevano manovra nel parcheggio abusivo non erano il massimo in quanto a sicurezza dei pedoni.

A poco erano servire le sanzioni elevate dalla Polizia locale di Montano Lucino, ogni giorno, a tutte le ore, c’erano una dozzina di auto in sosta che rischiavano di pagare dieci volte tanto quanto avrebbero pagato la tariffa massima di quattro euro giornaliere al parcheggio gestito dal comune di San Fermo della Battaglia.

È stata colorata di rosso l’area di attraversamento pedonale e ciclabile nei pressi della rotatoria dove c’è l’ingresso al Pronto Soccorso, lì sono state definite meglio anche le zebre. Anche se, passandoci l’altra mattina, proprio sulle zebre erano posteggiate delle motociclette..

© RIPRODUZIONE RISERVATA