«Serve un posteggio per i Tir»  I sindaci: «Meglio a Lomazzo»
I tir stanno diventando un problema

«Serve un posteggio per i Tir»

I sindaci: «Meglio a Lomazzo»

Grandate Quando nevica sui valichi alpini o quando ci sono le feste gli autisti si fermano

Cercasi area intorno a Como per gestire l’emergenza Tir, con i mezzi pesanti parcheggiati un po’ ovunque lungo le strade dei paesi a ridosso dell’autostrada. La chiedono i trasportatori, ma i sindaci della cintura suggeriscono di costruire uno snodo per i mezzi pesanti più a sud, verso Lomazzo.

Succede quando nevica sui valichi alpini svizzeri o quando in Svizzera ci sono le feste infrasettimanali soppresse in Italia (soprattutto tra maggio e giugno), vuoi per dei problemi alla dogana, intorno all’uscita di Como centro, nella zona di Lazzago, file di tir sostano sui bordi della strada come grandi balene spiaggiate rendendo tutto il traffico dell’hinterland comasco un inferno.

«Negli anni novanta tramite intervento pubblico avevamo costruito il Lario Tir – spiega Giorgio Colato presidente per Como e Lecco della federazione nazionale autotrasportatori – 30mila metri quadrati attrezzati per gestire l’emergenza traffico per i mezzi pesanti. Doveva essere l’inizio per arrivare a un vero interporto, invece il parcheggio è passato in mano privata. La politica ha abbandonato il progetto, ma il problema è ancora attuale. Serve la volontà per trovare un’area adeguata».Che non è Luisago secondo il primo cittadino Adelio Frigerio e neanche Fino secondo il sindaco Giuseppe Napoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA