Shopping con le note in laghée  Van De Sfroos a Lucino
Davide Van De Sfroos durante la presentazione ieri al Bennet di Montano Lucino

Shopping con le note in laghée

Van De Sfroos a Lucino

Folla di fans al centro commerciale per l’album “Quanti nocc”. Il cantautore ha raccontato la storia di alcuni brani e firmato i propri libri

Un muro di gente dietro la transenna rossa per Davide Van De Sfroos che ieri sera, al reparto Hi-Fi dell’ipermercato Bennet del Centro Commerciale La Porta d’Europa, ha presentato il suo nuovo album live “Quanti nocc”.

L’iniziativa è stata organizzata dal Bennet per dare l’opportunità ai fan di incontrare l’artista, confermando così l’interesse del gruppo della grande distribuzione a rimanere legato alle comunità locali.

Insieme al giornalista Maurizio Pratelli il menestrello del lago ha intervallato brani cantati e suonati con la sua chitarra a momenti di dialogo in cui ha parlato di sé, dei 23 brani contenuti nel nuovo album live e di come nascono le sue canzoni.

«Breva e Tivan, per esempio porta ancora il ricordo di Marco Pollini, postino e suonatore di sax e flauto – ha detto Davide Van De Sfroos – ha lasciato il suo sound». Alla fine dell’intervista-spettacolo Van De Sfroos si è dedicato al suo pubblico e al firmacopie dei suoi libri. Che erano in mostra insieme ad una chitarra e all’album in un’area della zona wi-fi dedicata interamente al musicista laghée, che ha regalato anche scorci poetici dicendo semplicemente: «Lo zen è in un bambino che se ne va a casa».


© RIPRODUZIONE RISERVATA