Sutherland e Mick Jagger già sul set  Un altro superfilm ambientato sul lago
Il Casta Diva di Blevio (Foto by Pozzoni Carlo)

Sutherland e Mick Jagger già sul set

Un altro superfilm ambientato sul lago

L’attore canadese e il cantante dei Rolling Stones da qualche giorno al Casta Diva. Primo ciak a Villa Pizzo

Il lago di Como di nuovo set di una grande produzione cinematografica: sono iniziate sul Lario le riprese del film Burnt Orange Heresy, tratto dal romanzo di Charles Willeford, cast stellare con D onald Sutherland e Mick Jagger. L’attore canadese, nel 2017 premio Oscar alla carriera, è sbarcato qualche giorno fa al Casta Diva Resort di Blevio. Secondo indiscreszioni è stato raggiunto dal frontman dei Rolling Stones che ha preso alloggio nel cinque stelle, protetto da una cortina ferrea di riservatezza. Hanno girato le prime scene a Villa Pizzo, magnifica dimora circondata da un vasto parco botanico e vista panoramica su Moltrasio e Cernobbio.

È stato l’Hollywood Report ad annunciare che Sutherland si era ufficialmente unito al cast del movie, prodotto da William Horberg (Il Cacciatore di Aquiloni, Il Talento di Mr. Ripley) tramite la Wonderful Films, insieme a David Lancaster (Whiplash, Eye in the Sky) della Rumble Films e a David Zander (Spring Breakers) della MJZ. Lo script è del candidato all’Oscar Scott B. Smith.Ambientato in Italia nel 1970, il film è incentrato sulla storia di un carismatico critico d’arte con grandi ambizioni, James Figueras, che conosce un’americana in viaggio per l’Europa. Sul Lario, a entrambi verrà affidato il furto di una famosa opera dallo studio di un artista. Presto, tuttavia, emergerà come dietro il “colpo grosso” ci sia qualcosa di più oscuro. James, tuttavia, sembra disposto a tutto per far decollare la propria carriera.

Del cast fanno parte anche Claes Bange e Elizabeth Debicki. La regia è stata affidata a Giuseppe Capotondi che ha già lavorato nel 2009 con Sutherland nel film The Double Hour. Donald ha al suo attivo oltre quaranta anni di carriera e la partecipazione ad un centinaio di pellicole, spesso nel ruolo del protagonista. Jagger non vanta certo lo stesso curriculum cinematografico, ma si è già esibito davanti alla macchina da presa: nel 1970 nel film Performance, nel 1992 in Free Jack, e nel 2008 in Shine Alight. È prevedibile che i suoi fan, sono ancora tantissimi, si metteranno a dargli la caccia per “rubare” qualche scatto durante la lavorazione. Non è dato di sapere quanto tempo l’istrionico cantante prolungherà il suo soggiorno sul Lario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA