Tangenziale gratis, c’è uno spiraglio
La tangenziale di Como ha aperto nel 2015 ed è notevolmente sottoutilizzata

Tangenziale gratis, c’è uno spiraglio

Delegazione da Di Pietro per chiedere la gratuità tra Albate e Villa Guardia

Lucini: «Interesse concreto». Il comitato ora invierà tutta la documentazione

Uno spiraglio per rendere la tangenziale di Como gratuita. Lo hanno visto ieri mattina a Milano il sindaco Mario Lucini, il presidente della Provincia Maria Rita Livio, il sindaco di Albese Alberto Gaffuri, fondatore del Comitato del no al pedaggio, che hanno incontrato il numero uno di Pedemontana Antonio Di Pietro.

All’ex magistrato ora alla guida della società autostradale hanno spiegato i dettagli della loro proposta di aprire gratuitamente il tratto “cittadino”, da Villa Guardia ad Albate, aumentando il costo del pedaggio per chi dalla tangenziale si immette in autostrada (portandolo alla stessa cifra del casello di Grandate).

«Ho avuto l’impressione di un interesse concreto da parte di Di Pietro - commenta Lucini - Ovviamente non si può dire che ci siano delle certezze se non quella che la nostra proposta è stata presa in seria considerazione. Ma il presidente Di Pietro ora avvierà le opportune verifiche con l’auspicio che si possa arrivare all’effettiva applicazione».

Ai rappresentanti comaschi ha chiesto di inviare a brevissimo un dossier dettagliato «riconfermando i contenuti della nostra proposta e allegando anche i documenti approvati dai consigli comunali».

Tutti i dettagli su La Provincia dell’11 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA