Tanti parcometri rotti  Ma Fino incassa lo stesso
Uno dei parcometri a FIno: se non funziona, niente multa (Foto by Carlo Pozzoni)

Tanti parcometri rotti

Ma Fino incassa lo stesso

Il Comune non affiderà più a una ditta esterna la gestione della sosta: «Con i guadagni della sperimentazione sostituiremo le macchine guaste»

Gestendo direttamente i parcheggi a pagamento, il Comune di Fino Mornasco ha guadagnato circa il 30% in più. Per questo l’amministrazione comunale continuerà con il nuovo anno a gestire in autonomia la sosta sulle strisce blu. Molti parcometri però sono rotti: occorre aggiustarli o sostituirli.

Lo scorso 22 aprile i parcheggi a Fino Mornasco erano diventati gratis ovunque e senza limiti di tempo: il Comune aveva preso questa decisione a causa del fallimento delle ditte esterne che si occupavano della riscossione della sosta.

Per il 2017 l’intenzione era di preparare un bando di gara e dare un nuovo incarico ad una nuova ditta. «Invece no, andiamo avanti con le nostre forze – spiega il sindaco Giuseppe Napoli – è economicamente più vantaggioso. Dobbiamo ancora tirare le somme, ma gli incassi per la sosta a pagamento sono più o meno in linea con il passato, solo che non dobbiamo più pagare l’aggio, circa il 30%, a ditte esterne».

«Con questi introiti aggiuntivi dovremo per prima cosa sostituire i parcometri vecchi e rotti». Ad agosto, quando le strisce blu sono tornate a pagamento, 5 parcometri su 18 erano fuori uso. Due poi sono stati sistemati, soprattutto nel piazzale dell’Asl perché nei dintorni non ci sono altri parcometri.


© RIPRODUZIONE RISERVATA