Tavernerio, contro i gatti  minacce e cibo avvelenato
I croccantini avvelenati messi fuori dalla colonia felina

Tavernerio, contro i gatti

minacce e cibo avvelenato

Prima i cartelli, poi le crocchette blu all’esterno della colonia felina di via Roma, registrata all’Ats

«Basta! Moriranno tutti». «Adesso quelli in strada, dopo quelli in giardino».

Choc e sgomento in centro paese, in via Roma, per due lettere minatorie anonime contro una colonia felina, accudita da Cristina Casartelli. Sabato nel tardo pomeriggio le minacce su lettere anonime, accompagnate immediatamente da un primo tentativo di avvelenamento con crocchette blu, con all’interno quasi certamente veleno per lumache.

Una vicenda che ha dell’incredibile e che la stessa Casartelli, da sempre amante degli animali, sotto choc e comprensibilmente spaventata, ha voluto denunciare e rendere pubblica sui social. L’episodio è avvenuto in un cortile di via Roma, asse del vecchio centro storico di Tavernerio e strada di collegamento tra la parte alta e la parte bassa e più moderna del centro paese. La donna, che non risiede più lì, si prende però comunque cura della colonia, che conta attualmente 16 gatti.

Una colonia non fai da te, ma regolarmente registrata all’Ats e comunicata alle autorità, che è stata affidata formalmente alle cure della Casartelli dallo scorso ottobre La donna ha subito contattato i Carabinieri di Albate e questa mattina (lunedì) ha appuntamento per sporgere denuncia contro ignoti. Si è messa in contatto anche con l’Enpa.

(Simone Rotunno)


© RIPRODUZIONE RISERVATA