Tavernerio, lui in casa con la famiglia  E nel giardino spunta un ladro in fuga
Via Risorgimento, una delle vie visitate dai ladri all’inizio di gennaio

Tavernerio, lui in casa con la famiglia

E nel giardino spunta un ladro in fuga

Il racconto di un imprenditore: «Ero con mia moglie, i bambini, la cognata incinta» Furti all’ordine del giorno: secondo i dati delle forze dell’ordine aumentati del 33% in un anno

Sabato sera. Ora di cena. Ore 20 e dintorni. In casa, una villetta a schiera in via Leopardi a Tavernerio, c’è una famiglia, marito, moglie, la loro bambina di due anni, il nipotino di 3 e la .

Numeri impressionanti

Arriva una telefonata del cugino che vive in una delle altre quattro villette a fianco: «Guarda che qualcuno stava rubando dal vicino, lui l’ha messo in fuga, il ladro ha scavalcato la tua recinzione e sta passando nel tuo giardino».

«Io l’avevo anche visto il ladro - dice il marito - ma era un ragazzo normale, pensavo fosse un amico dei figli del vicino che arrivano al sabato sera. Tra l’altro sono arrivato a casa, ho parcheggiato lontano, ho portato la spesa dentro e il tempo di tornare ho lasciato la porta aperta. Non voglio neanche pensare cosa sarebbe successo se avesse trovato mia moglie, i bambini, mia cognata incinta. Non si vive più, sono sfrontati, senza rispetto e noi viviamo blindati in casa con le nostre ansie».

E infatti a Tavernerio i furti sono aumentati del 33 per cento. Il sindaco: «Emergenza reale, ci vuole l’esercito».

I dettagli su La Provincia in edicola lunedì 1° febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA