«Troppi in coda per i prelievi  A Maslianico non c’è sicurezza»
L’ingresso del centro prelievi del paese, dove gli utenti si accalcano senza distinzioni di prestazioni

«Troppi in coda per i prelievi

A Maslianico non c’è sicurezza»

Il sindaco Citterio: «Costretti a una fila unica per tutte le prestazioni». La replica dell’Asst: «Disagi previsti che con le prenotazioni diminuiranno»

Tutti in coda al centro prelievi. Accade a Maslianico, dove il sindaco Tiziano Citterio nei giorni scorsi ha scritto all’Asst Lariana per segnalare il problema legato alle regole anti Covid-19 per l’accesso alla struttura.

Il primo cittadino, infatti, racconta che l’impostazione operativa scelta dall’azienda sta in realtà causando disagi ai cittadini. Da Asst spiegano che con l’avvio dei servizi su prenotazione il problema dovrebbe in parte risolversi. «Pur capendo le difficoltà operative del momento, non posso tollerare l’impostazione organizzativa data al punto prelievi – racconta Citterio – qui si è creata un’emergenza nell’emergenza. Non si può incanalare tutte le persone in un’unica fila fuori dal centro, facendone entrare una alla volta, dettando i ritmi con i tempi dei prelievi».

Il primo cittadino di Maslianico spiega che alla struttura non accedono solo le persone che si devono sottoporre al prelievo, ma anche per altre esigenze e che tutti devono fare la fila e rispettare le distanze in attesa del proprio turno.

(Francesca Guido)


© RIPRODUZIONE RISERVATA