Viabilità a Fino, sfida a colpi di firme  Già mobilitate più di 600 persone
Il passaggio a livello della stazione ferroviaria di Fino Mornasco

Viabilità a Fino, sfida a colpi di firme

Già mobilitate più di 600 persone

Due Comitati contrapposti: uno per chiusura del passaggio a livello e l’altro per una tangenziale parallela all’autostrada

A Fino Mornasco è “guerra” di petizioni sulla nuova viabilità. Due comitati contrapposti di cittadini hanno raccolto ciascuno 300 firme per portare avanti le proprie istanze.

Un gruppo di finesi in questi giorni ha costituito un comitato per sostenere il nuovo girone cittadino, con la conseguente chiusura del passaggio a livello di viale Risorgimento e l’ampliamento del sottopasso di via Scalabrini. I firmatari sono già 300, venerdì mattina partiranno i gazebi in piazza mercato, sabato in piazza Tessitura e domenica davanti alla chiesa.

Sull’altro lato della barricata, c’è il “Comitato Via Sp27” che prosegue con la sua campagna e con altrettante 300 firme per chiedere alle autorità di trovare soluzioni alternative al nuovo girone, convinti che il passaggio di auto e mezzi pesanti dietro alla stazione manderebbe in tilt il traffico e peggiorerebbe la qualità dell’aria.

I dettagli su la Provincia in edicola giovedì 3 novembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA