Vigili del fuoco contro  i Volontari del Lario  Colpa delle uniformi
Foto di gruppo per i Volontari del Lario, finiti nel mirino dei Vigili del fuoco

Vigili del fuoco contro

i Volontari del Lario

Colpa delle uniformi

Fino Mornasco, le divise sono troppo simili ai pompieri e ci sarebbero state “invasioni” di aree di intervento. L’assessore regionale Bordonali: «Pronti a multe, sanzioni o radiazione»

Troppo simili ai vigili del fuoco, i Volontari del Lario devono cambiare le casacche. Martedì al Pirellone si è tenuta una riunione con il comandante provinciale dei pompieri di Como Mario Abate, il consigliere segretario della Regione Lombardia Daniela Maroni e l’assessore Simona Bordonali, che ha anche la delega alla protezione civile.

L’argomento sul tavolo era la condotta dei Volontari del Lario, in particolare le loro divise. Alcuni vigili del fuoco infatti lavorando insieme alla protezione civile di stanza a Fino Mornasco hanno notato un’eccessiva somiglianza tra l’abbigliamento del corpo dei pompieri e quello dell’associazione dei volontari finesi. Questo fatto è già noto alle autorità comasche, lo stesso Prefetto Bruno Corda era intervenuto, in forma prima verbale e poi scritta, per riprendere i Volontari del Lario. I vigili del fuoco di Como chiedono il cambio delle divise.

«Abbiamo già ordinato le divise nuove, saranno color sabbia, arriveranno a giugno» dice Luca Pedroncelli, il presidente dei Volontari del Lario.

La protezione civile di Fino è stata anche accusata di uscire dal seminato, soprattutto per degli interventi effettuati fuori dal proprio territorio di competenza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA