Aiuti al canile di Como,  sottoscrizioni record:  raccolti 100mila euro
Il presidente dell’Enpa Marco Marelli al lavoro sul luogo dell’incendio

Aiuti al canile di Como,
sottoscrizioni record:
raccolti 100mila euro

Sono bastati l’appello dei volontari e quello di una mamma comasca molto legata all’Enpa. Dopo l’incendio una certezza: la struttura potrà ripartire

Como

«Cara Serena grazie da parte di tutti i cani». Il canile della Valbasca non è lontano dal raggiungere quota 100mila euro in donazioni anche grazie a Serena Corti, una mamma comasca cresciuta tra Lipomo ed Erba, una vera amante degli animali.

Serena festeggia il 28 agosto il suo compleanno e così, succede in automatico a tanti profili, Facebook le ha chiesto se per caso volesse fare una donazione. Visto l’incendio al canile della Valbasca con i cinque cani morti, la signora ha deciso di avviare una raccolta fondi per sostenere la riapertura della struttura dedicata agli amici a quattro zampe. Un gesto sentito, ma fatto senza porsi grandi obiettivi, pensava ad una piccola colletta tra amici, con un tetto massimo fissato a mille euro.

«E invece in soli tre giorni siamo già a più di 17mila euro - racconta l’amica Federica Barelli, responsabile della rete “Como Scodinzola” -. È incredibile quanto affetto e quanta generosità abbiano dimostrato i comaschi, fa piacere sapere di potere ancora contare sulle persone. Merito per esempio di Serena, a cui bisognerà davvero fare gli auguri. Lei stessa non avrebbe mai pensato di arrivare a simili cifre. Il suo personale appello è stato condiviso da tanti amici, comaschi, conoscenti e poi adottato anche dalla nostra associazione e da altre realtà animaliste. Il conto corrente del canile è stato poi direttamente collegato alla raccolta fondi, da quel momento la campagna ha riscosso un grande successo». E non è ancora finita.

Il canile della Valbasca potrà ripartire? «I danni sono stati ingenti, non sarà facile, c’è da rifare la tettoia, ma anche gli impianti, a partire da quello elettrico - spiega ancora Barelli -. Certo, altri 17mila euro sono un bell’aiuto, per di più ci sono anche le donazioni dirette dei private, in tanti stanno tendendoci una mano». Sul conto del canile (codice It 42 A 05216 10900 000000099587, per le donazioni serve l’intestazione Enpa Sez. Prov.le di Como, oppure tramite C/C 72195449 ) sono arrivati già tra i 50 e i 60mila euro.

«Ogni ora arrivano offerte, donazioni, chiamate - racconta Marco Marelli, il presidente di Enpa -, i comaschi e la rete ci vogliono davvero bene. Tutti, anche con pochi euro, hanno dato qualcosa. E poi ci sono aziende, negozi, dalla città, ma anche da Canzo e da Montorfano, che hanno promesso di darci una mano, per i lavori, per le spese. Insomma possiamo davvero dire di non essere soli. Grazie di cuore a tutti e in particolare a Serena».

© RIPRODUZIONE RISERVATA