Allarme sulla statale Regina  «Il muro del lungolago crolla»
La crepa che si è aperta nel lungolago e larga più di un centimetro

Allarme sulla statale Regina

«Il muro del lungolago crolla»

Il sindaco di Argegno preoccupato per la crepa che si è aperta sul marciapiede. Servono oltre 300 mila euro ma solo la Regione per adesso ha risposto all’appello.

Il sindaco Roberto De Angeli sul lungolago di Argegno

Il sindaco Roberto De Angeli sul lungolago di Argegno

Il marciapiede del lungolago di Argegno, lungo la Statale Regina, preoccupa gli amministratori comunali. La crepa che si è aperta nei giorni scorsi si è ulteriormente allargata e c’è il rischio, dicono in municipio, che si verifichi un crollo. Di qui l’appello del sindaco Roberto De Angeli ad Anas, Navigazione: «Non ci lascino soli».

All’origine della crepa l’abbassamento del lago provocato dalla siccità di questo inverno, le onde dei catamarani e la continua erosione dell’acqua nel corso dei decenni. Per sistemare il marciapiede servono 300 mila euro ma soltanto la Regione Lombardia, con un finanziamento ad occhio, ha stanziato la metà della cifra. Navigazione ed Anas nicchiano sostenendo che non ci sono soldi per questo tipo di interventi. Per ora, sono stati posati dei plinti di cemento a lago e dove il cedimento è stato più marcato, terminata la messa in sicurezza, l’area è stata coperta con una piastra di ferro. Ma ci vuole un intervento definitivo.

Le immagini esclusive e l’articolo completo su La Provincia di sabato 5 marzo


© RIPRODUZIONE RISERVATA