Coltello puntato alla gola sul treno: arrestato per rapina

Locate Varesino Un ventenne fermato dai carabinieri, mentre il complice è riuscito a fuggire

Coltello puntato alla gola sul treno: arrestato per rapina
I carabinieri fuori dalla stazione di Locate Varesino - Carbonate

Quando il treno è giunto alla stazione di Locate Varesino-Carbonate, lungo i binari c’erano anche i carabinieri della caserma di Mozzate, avvisati in precedenza da un passeggero del convoglio in viaggio da Milano a Varese.

Il testimone, infatti, aveva segnalato una rapina ai danni di tre ragazzi, tra cui due minorenni, compiuta da altri giovani armati di coltello. Arma bianca (a serramanico, con una lama lunga sei centimetri) che era stata puntata alla gola dei uno dei due ragazzini. Il tutto, secondo quanto ricostruito, per una rapina da una manciata di euro, una ventina per la precisione.

I carabinieri però sono riusciti ad arrestare uno dei sospettati, originario del Pakistan e residente a Turate, 20 anni, che è stato identificato e condotto nel carcere del Bassone di Albate. Il complice, che era al fianco dello straniero poi arrestato, è invece riuscito a dileguarsi facendo perdere le proprie tracce. È ora ricercato dai militarti della stazione di Mozzate. Il ventenne, invece, nelle prossime ore verrà sentito dal giudice delle indagini preliminari di Como. Il fascicolo – aperto ovviamente con l’ipotesi di reato di rapina – è seguito dal pubblico ministero Maria Vittoria Isella. L’episodio è avvenuto sabato pomeriggio tra Mozzate e la stazione di Locate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}