«Consulenza costosa»  Manager accusato  di false fatture
La sede comasca dell’Agenzia delle entrate

«Consulenza costosa»

Manager accusato

di false fatture

L’Agenzia delle entrate contesta l’onerosità dei compensi al professionista. La difesa attacca: con questi parametri può valere tutto. Sotto accusa anche tre imprenditori

Consulenze eccessivamente onerose? Secondo l’Agenzia delle entrate è un modo per costruire fatture in parte fasulle per far ottenere indebiti sconti sul fisco a una società. Ma la difesa contrattacca e giudica pericolose simili contestazioni, che sembrano basarsi su valutazioni molto soggettive.

Fatto sta che una vecchissima controversia fiscale è finita davanti al giudice delle udienze preliminari, nelle scorse settimane. Protagonisti tre imprenditori e un esperto fiscalista comasco. A carico di quest’ultimo la Procura di Como ha sollecitato il processo perché parte dei 280mila euro di consulenze fatturate tra il 2012 e il 2013 a una srl di Turate si riferirebbero a operazioni inesistenti.

La ricostruzione della vicenda su La Provincia di lunedì 24 maggio


Paolo Moretti Giornalista

© RIPRODUZIONE RISERVATA