Da Dolce&Gabbana alle nozze indiane  «Un regolamento per i grandi eventi»
Tremezzina - Eva Herzigova e Naomi Campbell per Dolce & Gabbana al parco di Villa Olivelli di Tremezzo 6 luglio 2018 (Foto by Andrea Butti)

Da Dolce&Gabbana alle nozze indiane

«Un regolamento per i grandi eventi»

Tremezzina Guerra: «Benefici indubbi, ma servono norme chiare per chi chiede ospitalità»

Un regolamento sui grandi eventi privati, con disposizioni speciali in ordine a traffico, parcheggi, polizia locale, orari, decibel (ovvero rumore) e autorizzazioni varie.

Lo annuncia a “La Provincia” il sindaco Mauro Guerra, una settimana (e qualche giorno) dopo la festa di fidanzamento dei due rampolli di ricchissime famiglie indiane che ha animato per nove lunghissime ore Villa Balbiano, dimora cara al cardinal Angelo Maria Durini.

Naturalmente senza scomodare la due giorni d’inizio luglio griffata Dolce & Gabbana. «Abbiamo già preso in queste settimane alcune misure, tipo limitazioni riguardo orari e fuochi d’artificio, richieste preventive di informazioni dettagliate su dimensioni e caratteristiche degli eventi - osserva il primo cittadino -. Faccio un esempio: nel caso della festa di fidanzamento di Villa Balbiano, anche a noi era stata chiesta una deroga-rumore sino alle 2-3 di notte. Ma il permesso l’abbiamo concesso sino alle 24. Limite che hanno rispettato. A Como mi risulta sia andata diversamente, con i festeggiamenti proseguiti ben oltre le 4 del mattino. È il momento però di dotarsi di un regolamento ad hoc. Ci sono tutte le condizioni per governare i grandi eventi, traendone tutti i benefici - economici e di immagine - e limitando al massimo i disagi per i residenti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA