Erba, più “verde” al semaforo di Casiglio  Il piano anti code sulla provinciale
Una foto scattata dal consigliere Giorgio Meroni alla colonna che si crea per il semaforo sulla Lecco-Como

Erba, più “verde” al semaforo di Casiglio

Il piano anti code sulla provinciale

Dopo la protesta del consigliere Meroni, in arrivo uno studio sui flussi del traffico

Un’azienda specializzata sta studiando i flussi del traffico ed entro pochi giorni consegnerà le proposte per ridurre le code all’incrocio di Casiglio.

Intanto il progetto della rotatoria sbarca in consiglio comunale per approfondire le questioni legate alla sicurezza dei pedoni: «Verrà realizzato un marciapiede per collegare il sottopasso dell’oratorio con il cimitero».

Qualcosa si sta davvero muovendo sul fronte della rotatoria che verrà realizzata all’incrocio di Casiglio sulla Lecco-Como. Prima la Provincia di Como ha inserito il progetto nel piano delle opere pubbliche sotto alla colonna del 2020 (anche se il cantiere si vedrà nel 2021), poi alcuni tecnici si sono presentati davanti alla chiesa di Santa Maria Assunta per effettuare dei rilievi.

Ma ci sono sviluppi anche sul fronte delle code. Giorni fa il consigliere Giorgio Meroni ha chiesto di rivedere i tempi semaforici allungando il verde sulla direttrice principale: una misura necessaria per snellire il traffico in attesa che partano i lavori per la rotatoria.

«Il suggerimento è stato raccolto - fanno sapere dall’ufficio lavori pubblici - e una società specializzata è stata incaricata di approfondire il tema. Stanno studiando i flussi di traffico e nei prossimi giorni ci presenteranno alcune simulazioni, sarà poi il Comune a scegliere quali adottare. La regolazione dei tempi semaforici è un equilibrio delicato: bisogna velocizzare la direttrice principale senza raddoppiare le code sulla direttrice secondaria (via Cantù, ndr)».


© RIPRODUZIONE RISERVATA