Monguzzo, sventola la bandiera di Salò  Proteste di antifascisti e Anpi
La bandiera della Repubblica sociale che svetta sul pennone nel giardino di un pensionato di Monguzzo

Monguzzo, sventola la bandiera di Salò

Proteste di antifascisti e Anpi

La segnalazione dell’Osservatorio sulle nuove destre di Como: «Venga subito rimossa»

La bandiera della Repubblica sociale italiana sventola in cima al pennone di un giardino che appartiene a un pensionato di Monguzzo. Alla denuncia dell’Osservatorio democratico sulle nuove destre di Como si è associata anche l’Anpi che ha contattato il sindaco per segnalare la presenza di quel tricolore con al centro l’aquila con le ali spiegate che ghermisce tra gli artigli un fascio littorio. Nessun dubbio, è proprio la bandiera che i repubblichini hanno difeso insieme ai nazisti dal settembre 1943 fino alla Liberazione su ordine di Benito Mussolini. «Non è possibile che nel centro di Monguzzo -si legge nel documento inviato dall’Osservatorio - a poche settimane dalla festa di Liberazione sventoli indisturbata una bandiera della Rsi. Quel simbolo riporta senza indugi al più oscuro periodo della storia del nostro Paese, e mai dovrebbe essere liberamente esposto. Quel simbolo è sinonimo di morte, guerra, odio, dittatura feroce; quel simbolo è sinonimo di fascismo e come tale non può e non deve essere liberamente esposto». Su La Provincia di venerdì 30 marzo la replica del pensionato che da anni espone la bandiera, per nulla preoccupato del clamore che potrebbe suscitare la vicenda «Ho parlato con un avvocato, non sto commettendo alcun reato. venga subito rimossa la vergognosa bandiera della Rsi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA