Valanghe, ecco l’orologio salvavita  L’hanno inventato gli studenti del Galilei
Gli studenti che hanno partecipato al concorso con il professor Rizzi

Valanghe, ecco l’orologio salvavita

L’hanno inventato gli studenti del Galilei

Si chiama Skiwatch e ha vinto il concorso “Ingegnamoci” del Politecnico di Como. È un apparecchio multifunzione da polso con un costo di produzione stimato in 10 euro

Inventano l’orologio-skipass a basso costo che permette l’individuazione delle persone travolte dalle valanghe.

L’idea sviluppata dagli studenti di quarta e di quinta del liceo Galilei di Erba Andrea Gruffé, Massimo Erba e Samuele Moscatelli guidati dal professore di informatica Giampaolo Rizzi, è valsa il primo premio del concorso Ingegnamoci organizzato dal polo di Como del Politecnico e la conseguente vincita di 700 euro.

«I ragazzi si sono classificati primi nella sezione di geoinformatica una disciplina in cui il Politecnico è molto impegnato, cioè l’informatica applicata ad attività che una volta era la cartografia - spiega Rizzi - Diverse le squadre che hanno partecipato , ma i nostri ragazzi hanno convinto con la loro idea».

Quello che hanno inventato è uno skiwatch destinato alle stazioni sciistiche, uno sorta di skipass a banda magnetica che svolge però funzioni ben più sofisticate e utili rispetto al semplice accesso ai tornelli degli impianti.

Come? «L’orologio ha all’interno un sensore a gps o a triangolazione, un trasmettitore wifi, la batteria e il chip - spiegano i ragazzi - Lo scopo principale è quello della sicurezza. In caso di malore basta schiacciare un pulsante per cinque secondi e vengono immediatamente avvisati i soccorsi. Inoltre ti avvisa con un segnale in caso di pericolo di slavine. E caso ancora più estremo se lo sciatore resta coinvolto in una valanga i soccorsi riescono a individuarlo sotto la neve. Un oggetto simile all’Arva, per certi versi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA