Violenza sulle donne  Simboli e aiuti a Olgiate
Il centro civico di Somaino con la targa sui centri antiviolenza

Violenza sulle donne

Simboli e aiuti a Olgiate

È stata riverniciata di rosso la panchina del Centro civico di Somaino. Qui ci sono i contatti dei centri antistalking e di sostegno alle vittime

Una panchina rossa, contro la violenza sulle donne, al centro civico di Somaino.

Su iniziativa del Circolo culturale Dialogo, è stata verniciata di rosso la panchina – prima verde - posta davanti al centro civico intitolato a Felice Albonico, sede anche dell’associazione culturale.

La memoria

L’installazione permanente della panchina rossa, colore del sangue, intende rappresentare uno spazio idealmente occupato dalla presenza delle donne cadute vittime di violenza.

La panchina rossa è diventata il simbolo di un percorso di sensibilizzazione contro la cultura della violenza sulle donne e un invito ad agire, individualmente e collettivamente, perché ogni donna trovi possibilità di ascolto, supporto e luoghi di aiuto specifico.Con l’obiettivo di offrire uno strumento utile per informarsi su cosa fare in caso di maltrattamenti che danneggino la salute o mettano a repentaglio la stessa incolumità, sul muro sopra la panchina rossa è stata applicata una targa con i numeri di telefono a cui rivolgersi in caso di necessità.

«Da sempre Dialogo è sensibile al problema della violenza sulle donne e con questa iniziativa ha voluto esprimere l’impegno dell’associazione per contrastare questo triste fenomeno che purtroppo non accenna a diminuire – ricorda la presidente del Circolo Dialogo Mari Bernasconi - Ad oggi i femminicidi nel 2021 sono stati 103, mentre nel 2020 ben 112. Sono numeri che fanno rabbrividire e per questo motivo Dialogo spera che questo piccolo gesto possa dare una mano a quelle donne che si trovano in condizione di pericolo e non sanno a chi rivolgersi».

Tra i vari numeri di telefono c’è anche quello del Centro Antiviolenza e Stalking “Telefono Donna di Como” al quale rivolgersi per ogni problematica.

«Finalmente – afferma Roberto Crimeni, “anima” del Dialogo - siamo riusciti a effettuare l’iniziativa della panchina rossa in tempo per la giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Due anni fa, dopo aver ottenuto l’autorizzazione da parte del Comune, aveva piovuto per un paio di settimane prima del 25 novembre, mentre lo scorso anno nulla si è potuto fare a causa del Covid».

I ringraziamenti

Dialogo ringrazia l’amministrazione comunale per l’autorizzazione a eseguire l’intervento, Alessandro Gerardo Fumagalli per la verniciatura della panchina, Nicola Fogliaro per il posizionamento della targa e Del Salice per le agevolazioni sul pannello.

Un impegno contro la violenza sulle donne che non si fermerà all’installazione permanente della panchina rossa che, oltre all’importante messaggio sociale che veicola, ha rinnovato e valorizzato la panchina verde, piuttosto anonima, che da anni era posizionata davanti al centro civico.

«Le nostre iniziative non si concluderanno con questa data, ma nel corso del prossimo anno e in seguito effettueremo più eventi per rammentare questa grave problematica – conclude Crimeni - Naturalmente ci si augura che non ci sia necessità di utilizzare i numeri della targa, ma se ci fosse si spera che il simbolo della panchina sia da stimolo per utilizzarli».


© RIPRODUZIONE RISERVATA