Sabato 01 Agosto 2009

Joe Ely, leggenda rock
nella cava di Pusiano

Un’intera giornata consacrata alla musica americana con una star come Joe Ely, uno degli ultimi veri grandi rocker, leggenda vivente, autore di album memorabili come "Honky tonk masquerade",
"Love and danger" e "Letter to Laredo" per non citare che i più popolari in Italia dove questo artista texano gode di un grandissimo seguito di culto. Merito, soprattutto, del "Buscadero" che più di ogni altro lo ha fatto conoscere. E proprio al mensile di Gallarate è dedicata la maratona di sabato 1 agosto che culminerà con l’esibizione di Ely nella splendida cornice della cava di Pusiano preceduto da numerosi spettacoli collaterali organizzati dall’infaticabile cantautore canturino Andrea Parodi. Lui e il sindaco Andrea Maspero (che si era giocato lo stipendio sugli eventi estivi) hanno un sogno: portare Bob Dylan su quel palco da qui a pochi anni (magari nel 2012, quando festeggerà i cinquant’anni di carriera). Questo è il secondo, significativo, passo dopo l’indimenticabile performance di Ryan Bingham dello scorso anno. Per questo Buscadero day sono previsti concerti gratuiti nel centro di Pusiano già nel pomeriggio. Oltre allo stesso Parodi suoneranno i Cheap Wine, Massimiliano Larocca, Max De Bernardi, Veronica Sbergia, l’australiana Marisa Yeaman e Eileen Rose e tanti altri ancora. E non è tutto: sarà possibile effettuare escursioni in battello sul lago di Pusiano con musica dal vivo a bordo (corse dalle 15 alle 18 ogni ora con partenza dal pontile di palazzo Beauharnais, per prenotazioni: 338/13.94.577). Non mancheranno stand, mercatini e punti di ristoro. Una vera e propria festa della musica che vedrà Joe Ely esibirsi alle 22 con la band dei Flatlanders. Questo era il gruppo che Joe aveva formato all’inizio della sua carriera con altri personaggi di assoluto spessore, Butch Hancock e Jimmie Dale Gilmore. Si sono separati, si sono sempre mantenuti in contatto pur percorrendo strade parallele ma indipendenti prima di tornare a fare musica assieme, una decina d’anni fa, per il puro gusto di ritrovarsi. Ely è nato a Lubbock, Texas, città natale anche di Buddy Holly, celebrata da Terry Allen in un celebre album degli anni Settanta. Ha esordito come solista con un album omonimo nel 1977 e, da allora, si è perso il conto dei dischi, dei concerti, delle collaborazioni anche inattese.
Basti dire che la sua voce si distingue nei cori di uno dei più grandi successi dei Clash, "Should I stay or should I go" mentre è uno dei pochi a potere vantare la presenza di Bruce Springsteen in persona come vocalist in un suo cd, segno del grande rispetto e dell’ammirazione che anche il Boss nutre per questo genuino performer che dà il meglio di se proprio di fronte al pubblico. È autore di bellissime canzoni ma anche efficace interprete di brani altrui (basterebbe come esempio la magnifica storia di "Gallo del cielo" di Tom Russell e Peter Case), è capace di toni intimistici delicatissimi, qualche esempio anche nel recente live acustico
"Cactus!" ma quando attacca l’elettrica non ce n’è più per nessuno (gli spettacoli collaterali sono gratuiti, i biglietti per il concerto di Joe Ely costa 10 euro, in caso di maltempo lo spettacolo si svolgerà nel padiglione di Lariofiere a Erba, infoline: 031/65.57.04, www.myspace.com/cavadipusiano).

Alessio Brunialti

b.faverio

© riproduzione riservata

Tags