“Il Tenco ascolta”: talenti a Cantù  Sulutumana, Ghielmetti e altre note
Sulutumana. Da sinistra Gian Battista Galli, Francesco Andreotti e Nadir Giori

“Il Tenco ascolta”: talenti a Cantù

Sulutumana, Ghielmetti e altre note

L’evento: al Teatro San Teodoro stasera anche Michael McDermott e un “poker” di giovani - Alle 17 allo Spazio libri La Cornice la presentazione di “Multifilter” di Sergio Secondiano Sacchi

“Il Tenco ascolta” al Teatro San Teodoro di Cantù, stasera, sabato 11 maggio, alle 21, dove per “il Tenco” si intende, naturalmente, il più prestigioso premio italiano dedicato alla canzone d’autore (ingresso a 12 euro).

Come sanno gli affezionati, la manifestazione si tiene nella “tana del lupo” del Teatro Ariston di Sanremo, proprio come il Festival della canzone italiana, ma, fin dalla sua nascita all’inizio degli anni Settanta grazie al Club Tenco, con ben altro respiro e spessore culturale e artistico. «C’è un forte legame tra il nostro territorio e il Tenco – spiega il cantautore Andrea Parodi – Stasera saranno presenti artisti che hanno avuto l’occasione di partecipare come Luca Ghielmetti, già nel 1990, e i Sulutumana, esattamente dieci anni dopo».

L’esordio della band venne proprio benedetto dal Tenco che consentì la realizzazione di un primo ep che ne inaugurò la storia discografica. “Vadavialcú”, l’ultimo album, ha tutte le carte in regola per giocarsela su quel palco. Facciamo il tifo. È stato consacrato dal Tenco anche Davide Van De Sfroos, premiato più volte e affezionato anche come ospite, come è successo anche nell’ultima edizione: chissà che stasera non trovi modo di fare capolino.

«Poi – prosegue Parodi – c’è il legame più diretto, rappresento da Antonio Silva che del Tenco, fin dagli inizi, è il volto e la voce. Tra l’altro la sua carriera come preside del Fermi di Cantù iniziò nel 1989, trenta anni fa esatti e gli è anche stata conferita la cittadinanza ordinaria: non poteva che essere lui a presentare anche questa occasione».

Sul palco di via Corbetta 7 anche quattro emergenti selezionati dal Club: Nicola Rollando dalla Liguria, Roberta Finocchiario dalla Sicilia, Marco Pizzi, che è lombardo, e Simona Colonna dal Piemonte. Inoltre un bel nome internazionale: Michael McDermott che, lunedì sera, ci sarà modo di ascoltare in “full concert” All’Unaetrentacinquecirca, sempre a Cantù. In pieno spirito sanremese – nel senso buono del termine – alla fine tutti sono attesi sul palco per un jam improvvisata come avviene nel roof dell’Ariston quando si spengono i riflettori dentro al teatro e inizia la festa. E la serata avrà un anticipo molto interessante già nel pomeriggio, alle 17 allo Spazio libri La Cornice quando verrà presentato “Multifilter”, un volume dedicato al mito e alla memoria del padre nella canzone scritto da Sergio Secondiano Sacchi, direttore artistico del Tenco. Interverranno il giornalista Steven Forti e Sergio Staino, uno dei più amati e apprezzati autori satirici italiani, padre di Bobo, fondatore dell’indimenticabile settimanale satirico Tango, regista cinematografico, da sempre vicino anche al mondo della canzone d’autore.

Tra gli interventi scritti quello del compianto Mario Marenco, di Gianni Mura, di Carlo Petrini, di Sergio e Aldo Vecchioni (rispettivamente fratello e padre di cotanto Roberto), di Francesco Guccini, dello stesso Silva. Tra i gli artisti coinvolti nei (ben due) cd allegati Vittorio De Scalzi (New Trolls), Peppe Voltarelli, Alberto Patrucco, Bobo Rondelli, Mauro Ermanno Giovanardi, Ricky Gianco, David Riondino, Sergio Cammariere, Ghielmetti e tanti altri ancora.
Alessio Brunialti


© RIPRODUZIONE RISERVATA