Giovedì 18 Luglio 2013

La nuova stagione

del San Teodoro

Il 28 novembre Silvia Gallerano

E siamo arrivati alla stagione numero tre per il teatro comunale di Cantù, il San Teodoro.

Il cartellone 2013-’14, presentato ieri, conferma il ruolo che la sala vuole esercitare e ne accresce le potenzialità.

La prima novità, come ha chiarito il direttore artistico Dario Galetti, è la produzione. «Il San Teodoro non è solo un “contenitore”- ha spiegato - ma produce anche allestimenti».

Due, per ora, le produzioni: la prima è lo spettacolo “Bacon…” della poetessa canturina Maria Gloria Grifoni, per la regia di Antonello Cassinotti. Sarà in scena il 23 febbraio.

L’altra, ancora più importante, corrisponde alla riapertura, nell’anno verdiano. Il 19 ottobre andrà in scena l’azione teatrale in un atto “Triboletto”, evento straordinario basato su testi da Hugo, Piave, Da Ponte e su musiche di Verdi, Mozart e Delibes. Con una scelta particolare, si propone «uno spettacolo prima dello spettacolo» o, come l’ha definita il maestro Pierangelo Gelmini, «una vigilia».

Il cartellone del San Teodoro presenta poi varie chicche. Tra gli undici spettacoli della prosa, spicca “La merda”, lavoro pluripremiato, in scena il 28 novembre, con Silvia Gallerano, attrice nuda sul palco, per una prova intensissima.

E poi, ancora,da segnare in agenda, “Amleto” del Teatro del Carretto. La pièce, finalista al premio Ubu 2010, arriva a Cantù il 20 dicembre.

Da prosa a Cabarettificio, il passo è breve e il successo della scorsa stagione torna con cadenza mensile, mentre sono allo studio spettacoli di singoli comici, sotto la supervisione di Alessio Parenti.

Farà sempre la parte del leone la musica classica che ha ottenuto il “sold out” fisso nella scorsa stagione. Il tema sarà quello del viaggio con nove concerti divisi tra sezione sinfonica e cameristica. «Il San Teodoro è un laboratorio musicale in cui non rinunciamo alla sperimentazione - ha detto Gelmini - in alcuni casi abbiamo anticipato anche le linee delle stagioni di altre sale del territorio. Speriamo che lo sforzo venga riconosciuto e apprezzato».

Tante altre, poi, le opportunità per godersi il teatro che, come ha sottolineato Francesco Pavesi, assessore alla Cultura del Comune di Cantù, deve essere «casa di tutti». C’è la stagione per famiglie, la domenica, con biglietti più economici e poi la danza e tanti corsi e workshop. Tra questi, spicca il minifestival “Musica in scena”che si terrà dal 24 agosto. Una vera occasione per il territorio, con i laboratori di concertazione e attività creative intorno alla fiaba e al teatro musicale.

Per iscriversi c’è tempo fino a mercoledì 31 luglio. La campagna abbonamenti per la stagione comincerà invece il 10 settembre.

Tutte le informazioni sugli appuntamenti al San Teodoro al sito Internet www.teatrosanteodoro.it.

© riproduzione riservata