Occupy San Teodoro:
weekend in palcoscenico

Il teatro canturino per due giorni si propone come “casa accogliente” verso chiunque voglia proporre performance, workshop e altre attività

Occupy San Teodoro: weekend in palcoscenico
Sara Calvanelli

Metti un teatro che diventa una “casa” accogliente verso chiunque voglia proporre performance, workshop e altre attività, ma anche verso chi vuole solo assistere. È la proposta che sta alla base di Occupy San Teodoro, la due giorni che, oggi e domani, si terrà, con ingresso libero, al Teatro Comunale San Teodoro di Cantù.

Si rinnova questo singolare appuntamento in cui la sala di via Corbetta apre le sue porte a chiunque voglia entrare, per un weekend di esperienze e di incontri. Il programma parte oggi, sabato 28 settembre, alle 15 e prevede laboratori, incontri conviviali, spettacoli, concerti e molto altro. Si parte con il laboratorio “Per fare un albero”, ispirato a Leonardo Da Vinci. Seguirà, alle 16 la prima parte di un altro laboratorio, dedicato, questa volta ad abbellire il teatro. Il motto è “Disegniamo, coloriamo e rendiamo il teatro ancora più bello!”. Lo spazio del San Teodoro diventerà poi luogo di incontri e di musica in vinile, dalle 19, con l’aperitivo (a prezzi pop) e Vinyl set by Zeemo from Beat Acrobatique collective. Tutti sono invitati a portare i propri dischi per suonarli. Si continua con la musica dalle 22 con #BSTArch, dj-set architetturale. La giornata domenicale sarà ancora più ricca di eventi che partiranno dal primo mattino. Ci sarà infatti la possibilità di fare colazione in teatro dalle 9.30. Un’ora dopo, poi, il programma prevede “Sogni”, un conceero che vedrà protagonista Sara Calvanelli che propone pezzi dal suo album Onironautiche. Alle 12, ci sarà spazio per l’aperitivo in musica. Si riprenderà poi alle 15 con la seconda parte del laboratorio “Abbelliamo il teatro. Disegniamo, coloriamo e rendiamo il teatro ancora più bello!”. La cooperativa Il Gabbiano sarà poi protagonista alle 15.30 con un workshop teatrale, mentre la compagnia teatrale amatoriale I Parafulmini, di Cantù, metterà in scena la celeberrima commedia di Shakespeare “Sogno di una notte di mezza estate”, un classico che è però garanzia, sempre di sogno e di divertimento. Alle 19, nel pieno della festa, i responsabili della sala canturina presenteranno, in una conferenza aperta a stampa e a pubblico, tutti i contenuti, gli appuntamenti e le sorprese della Stagione teatrale che sta per partire al San Teodoro. Conosceremo meglio, insieme ai curatori, le diverse programmazioni, dalla prosa alla musica, dal cabaret agli spettacoli per famiglie, senza dimenticare tutto il settore dei corsi e i fuori programma. Anche quella dell’annata 2019/20 sarà una stagione per un pubblico eterogeneo (con un’attenzione particolare per i giovani) e un percorso tra linguaggi diversi che si mescolano e si reinventano.

Occupy San Teodoro si concluderà poi in serata con lo spettacolo “Confine”, della Compagnia Bellalabè e alle 22 con musica diffusa e relax. Si ricorda che, durante tutto l’evento, sarà possibile ammirare istallazioni e leggere racconti per bambini, . Ingresso libero. Info: www.teatrosanteodoro.it. n 
Sara Cerrato

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True