«Abbiamo suonato  con Sting a XFactor»  Fabio e Mattia felici
Una foto da mostrare ai nipoti. Mattia Scarpa e Fabio Fusi, primi da sinistra, con Sting e altri musicisti

«Abbiamo suonato

con Sting a XFactor»

Fabio e Mattia felici

Uno è di Erba, l’altro è di Alzate e non sapevano che avrebbero accompagnato la star inglese

Due erbesi sul palco di XFactor insieme a Sting suonano i Police.

Serata piena di emozioni quella di Fabio Fusi di Erba e di Mattia Scarpa di Alzate che giovedì sera hanno accompagnato il famoso e inossidabile cantante inglese che si è esibito prima con i ragazzi in gara, poi con Shaggy.

«Fino a pochi giorni fa non sapevamo neppure con chi avremmo suonato – racconta Fusi, molto conosciuto a Erba perché tra i fondatori di Pianeta Musica, la scuola di musica di via Cascina California – Ci avevano semplicemente detto che un artista era in promozione e non aveva la sua band. Quindi servivano musicisti. Poi abbiamo saputo che avremmo suonato con Sting. Volevano musicisti non proprio giovanissimi e così io e Mattia, che abbiamo 42 e 40 anni, siamo finiti a XFactor insieme ad altri due ragazzi».

L’occasione è arrivata grazie al gruppo Marvin di Alzate di cui fa parte Scarpa. La band infatti ha un contratto con la Universal. E la produzione del programma di Sky cercava musicisti attraverso proprio l’etichetta.

L’avventura sul palco poi è stata unica. «Siamo arrivati negli studi nel pomeriggio e abbiamo iniziato a provare. Sting si è rivelato un vero professionista. Lui è un rocchettaro puro. Molto disponibile. Ha firmato autografi a tutto spiano. Non si è mai risparmiato, è stato sempre disponibile. E dal punto di vista musicale è una potenza: ha una voce. Inoltre ha saputo creare una squadra caricando tutti, come una squadra di football prima della partita».

© RIPRODUZIONE RISERVATA