Albavilla, auto fugge al controllo e si ribalta  Conducente arrestato, feriti due poliziotti
L’intervento dei vigili del fuoco in via Prealpi (Foto by Bartesaghi)

Albavilla, auto fugge al controllo e si ribalta

Conducente arrestato, feriti due poliziotti

L’incidente lunedì alle 14,10 in via Prealpi al termine di un inseguimento a tutta velocità. L’uomo - un cittadino di 43 anni del Marocco con permesso speciale scaduto - ha impugnato un rasoio con cui ha minacciato e ferito gli agenti

Drammatico inseguimento lunedì poco dopo le 14 sulla statale Lecco-Como all’altezza di via Prealpi ad Albavilla. Una Opel Corsa è finita fuori strada, ribaltandosi all’altezza del concessionario Serratore Auto. L’uomo alla guida, un cittadino del Marocco di 43 anni, è stato arrestato dalla Digos di Como che lo stava inseguendo. Secondo quanto reso noto dalla Questura, il cittadino marocchino si sarebbe dato alla fuga perché in possesso di un permesso di soggiorno speciale scaduto da tempo. Nei confronti dell’uomo il prefetto di Sassari aveva emesso un decreto di allontanamento dall’Italia per ragioni di pubblica sicurezza, ma poi l’arrestato ha potuto godere di un permesso speciale per rientrare in Italia dal 10 al 12 maggio per comparire in tribunale a Piacenza come parte offesa. Qui non si è mai presentato e dunque sono iniziate le ricerche concluse verso le 13,30 quando è stato intercettato nei pressi dell’abitazione in cui vive la moglie italiana. A quel punto l’uomo è salito sulla Opel Corsa per tentare di fuggire verso Albavilla. In via Prealpi l’incidente che ha coinvolto anche un altro veicolo. Il marocchino non si è dato per vinto e ha impugnato un rasoio, provocando ferite leggere a due agenti. Una volta immobilizzato l’uomo è stato portato all’ospedale di San Fermo della Battaglia, e arrestato. Il suo dossier parla di numerosi precedenti penali commessi negli ultimi dieci anni tra le province di Milano, Como, Piacenza e Sassari.

Sul posto sono immediatamente intervenuti i vigili del fuoco; lunghi incolonnamenti si registrano in entrambe le direzioni di marcia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA