Bellagio, rapinatore ripreso in telecamera  È arrivato a piedi, nascosto dagli occhiali
L’edificio che ospita l’ufficio postale (Foto by foto gandola)

Bellagio, rapinatore ripreso in telecamera

È arrivato a piedi, nascosto dagli occhiali

Continuano le indagini dopo l’assalto all’ufficio postale della frazione di Civenna

Oggi i carabinieri di Bellagio valuteranno i filmati della videosorveglianza della frazione di Civenna risalendo fino a Magreglio nella speranza di risalire al giovane che sabato mattina ha rapinato l’ufficio postale, sequestrando l’unica impiegata presente e fuggendo poi con un bottino di poco inferiore ai trentamila euro.

Secondo le prime indagini, infatti, il bandito sarebbe arrivato proprio da Magreglio. Sembra anche che ci sia una traccia che porterebbe ad un’automobile, ma tutto il materiale video deve ancora essere sviluppato dai carabinieri per capire meglio quanto accaduto.

Non è neppure la coincidenza delle due rapine nel giro di due anni, con la dinamica simile o poche variabili. Fin troppo facile prendere in considerazione l’ipotesi di un unico filo criminoso.

Come scritto nell’edizione di ieri, la rapina di sabato mattina è stata molto particolare. Il malvivente si è presentato a piedi, a volto praticamente scoperto. E’ entrato nell’ufficio postale di piazza Magistri Comacini e sotto la minaccia della pistola si è impossessato dei 29mila euro presenti nella cassaforte temporizzata.

Un colpo messo a segno con calma olimpica.


© RIPRODUZIONE RISERVATA