Erba Giù i primi muri  «La stazione rivivrà  grazie ai giovani»
Foto di gruppo fuori dalla stazione: il progetto YouthLab si sta concretizzando

Erba Giù i primi muri

«La stazione rivivrà

grazie ai giovani»

Avviati i lavori più attesi del progetto YouthLab «Consegneremo degli spazi che sfrutteranno i ragazzi organizzando corsi, laboratori, mostre e concerti»

Venerdì mattina hanno avviato il cantiere dopo poche ore hanno iniziato ad abbattere i muri all’interno della struttura. L’opera più attesa del progetto YouthLab - la riqualificazione della stazione ferroviaria di piazza Padania - sta per diventare realtà: «Prevediamo cinque mesi di lavoro - ha spiegato il progettista Daniels Zampieri - poi la stazione verrà consegnata ai giovani». A disposizione dei ragazzi 240 metri quadrati per organizzare moltissime iniziative.

Il progetto, partito nell’aprile 2017 grazie a un contributo della Fondazione Cariplo, nasce dalla collaborazione fra Consorzio Concerto, il Consorzio Erbese Servizi alla Persona, il Comune di Erba, Villa Padre Monti e la BCC Brianza e Laghi. «L’obiettivo - ha detto Lucia Villani, responsabile di YouthLab - è trasformare una stazione famosa per fatti non certo positivi in un luogo di incontro per i giovani dei 26 Comuni del comprensorio erbese. Qui in piazza Padania sono al lavoro i tecnici, intanto quaranta giovani si stanno impegnando per garantire un futuro a questa struttura».

Il cuore del centro di aggregazione giovanile sarà al primo piano, al quale si potrà accedere sia dalla scala interna che con l’ascensore che verrà realizzato all’esterno della stazione.

Il progetto prevede diverse sale polifunzionali che potranno essere utilizzate per corsi, laboratori, concerti, proiezioni, mostre. Non mancano spogliatoi (in vista di eventuali corsi sportivi) e un punto ristoro, in cui verranno esposti prodotti del territorio. Al lavoro ci sono gli operai della cooperativa sociale Edilronago, l’intervento ha un valore complessivo di 400mila euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA