Erba, gli ambulanti del Forte   Bancarelle della discordia
Le bancarelle del Forte lo scorso 28 maggio

Erba, gli ambulanti del Forte

Bancarelle della discordia

La giunta ha autorizzato il famoso mercato toscano per il 5 maggio

Le associazioni dei commercianti protestano: «Che errore riportarle qui»

Dopo le polemiche dello scorso anno, in città tornano gli ambulanti di Forte dei Marmi. Nei giorni scorsi la giunta comunale ha dato il via libera al mercato toscano per il 5 maggio in corso 25 Aprile. Erba sarà invasa da 66 operatori e uno spazio verrà riservato agli ambulanti locali. Confcommercio storce il naso in attesa di conoscere i dettagli, decisa la protesta di Confesercenti.

Il consorzio “Gli ambulanti di Forte dei Marmi” - forte del suo marchio di autenticità riconosciuto da Regione Lombardia - ha chiesto di tornare a Erba già alla fine di febbraio. Ora l’amministrazione ha dato il via libera: la manifestazione si terrà il 5 maggio in corso 25 Aprile, spazio a 66 banchi fra l’incrocio con via Pascoli e l’incrocio con via Grossi.

«Abbiamo posto una serie di condizioni - spiega il vicesindaco Erica Rivolta, titolare della delega al commercio - a partire dal coinvolgimento degli ambulanti nostrani. Quindici posizioni saranno occupate dagli operatori che partecipano settimanalmente al mercato erbese. Si tratta di una sola giornata, già lo scorso anno ci furono polemiche ma la manifestazione attira molte persone».

L’amministrazione, continua Rivolta, chiederà di distanziare le bancarelle «per consentire agli utenti di raggiungere agevolmente l’ingresso dei negozi di vicinato presenti sul corso, che potranno sfruttare l’afflusso di visitatori. La manifestazione favorirà ovviamente i pubblici esercizi, stiamo pensando a un volantino per segnalare i bar e i ristoranti aperti anche nel circondario». Ma Confesercenti resta critica:crollo di vendite stimato del 20-30 per cento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA