“Fuga” di vice sindaco e consiglieri  Terremoto politico a Montorfano
La cerimonia di insediamento del sindaco Giuliano Capuano, nel giugno del 2015

“Fuga” di vice sindaco e consiglieri

Terremoto politico a Montorfano

Lasciano la Giunta, non il consiglio. Era già successo nelle due precedenti legislature

È terremoto politico in paese, l’ennesimo, che dovrebbe portare a un rimpasto di giunta. Come un fulmine a ciel sereno, sono arrivate le dimissioni dai loro incarichi di tre esponenti della maggioranza: il vicesindaco e assessore al bilancio, Michele Buonanotte; il presidente del consiglio comunale con delega al personale, Tullio Colombo, e il consigliere comunale con delega all’istruzione e alla cultura, Giuseppina Ciarleglio.

Un duro colpo per il gruppo di maggioranza “Amare Montorfano” e per il sindaco, Giuliano Capuano, che era stato eletto nel 2015 con una maggioranza relativa del 34,2 per cento dei voti.

Il meccanismo del premio di maggioranza ha garantito al sindaco una maggioranza di 7 consiglieri (più il suo voto) contro i 3 delle minoranze. I tre dissidenti, secondo quanto si è appreso in queste ore, hanno lasciato per incomprensioni e divergenze con lo stesso primo cittadino.

La notizia è trapelata nelle ore notturne tra venerdì e sabato ed è stata confermata nella mattinata di ieri dallo stesso Capuano. Una notizia che ha creato sorpresa in un paese che arriva nella sua storia recente da altri due commissariamenti: nel 2013 le dimissioni congiunte di parte della maggioranza, tra cui gli stessi Capuano e Buonanotte, e della minoranza portarono alla caduta dell’allora sindaco, Marco Molteni. Era già passato nelle trascorse legislature.


© RIPRODUZIONE RISERVATA