GIOVANE ALPINISTA ERBESE  MUORE SUL MONTE BIANCO
Le Grandes Jorasses sul Monte Bianco.

GIOVANE ALPINISTA ERBESE

MUORE SUL MONTE BIANCO

Ha 19 anni, l’incidente domenica pomeriggio, ma la notizia è arrivata soltanto oggi

Un ragazzo di 19 anni di Erba è morto ieri in un infortunio in montagna sul Monte Bianco.

La notizia è arrivata soltanto oggi, quando è stato recuperato il corpo. Il giovane era precipitato per centinaia di metri da quota 4.600: aveva terminato la parte più difficile della Cresta del Brouillard e al momento dell’incidente - secondo una prima ricostruzione - era slegato dal compagno, che ha poi dato l’allarme.

Il corpo è stato portato all’obitorio di Courmayeur. L’altro alpinista che lo ha visto precipitare e che ha dato l’allarme è un suo amico e insieme agli altri tre scalatori - anche loro italiani - sta proseguendo l’ascesa, in attesa di essere recuperato dai soccorritori. La ricostruzione dell’accaduto è affidata al Soccorso alpino della guardia di finanza di Entrèves.

La Cresta del Brouillard è considerata una grande classica di salita al Monte Bianco: dai prati della Val Veny, a 1.565 metri di quota, conduce in vetta percorrendo un dislivello positivo di oltre 3.200 metri e passando per diverse cime (Punta Baretti, Monte Brouillard, Picco Luigi Amedeo, Monte Bianco di Courmayeur). Di solito si percorre in tre giorni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA