«Mia moglie è malata, lascio la politica»  Il gesto d’amore che commuove tutti
Massimiliano Galli (sinistra) con il sindaco Federico Bassani

«Mia moglie è malata, lascio la politica»

Il gesto d’amore che commuove tutti

Lurago d’Erba: seduta densa di emozioni per le dimissioni di Massimiliano Galli. «Pensieri ed energie sono altrove, non ha senso rimanere».

La salute di mia moglie conta più della politica. Per una volta nessuna bega o lite, ma un consiglio comunale che si è chiuso con le lacrime agli occhi dei presenti e un lungo applauso. Una serata che ha mostrato fair play e soprattutto una grande umanità di fronte al gesto d’amore per la sua famiglia, in primis, e per il paese del consigliere di minoranza Massimiliano Galli, che ha annunciato le sue dimissioni per poter star vicino alla moglie che ha problemi di salute.

Presenti in sala, sindaco e consiglieri, sia di maggioranza che di minoranza, hanno salutato tra le lacrime il gesto e le parole di Galli, candidato sindaco lo scorso anno, sconfitto dal sindaco, Federico Bassani, e già consigliere di minoranza tra il 2013 e il 2018.

“Lurago Futura”, lista civica di area centrodestra, perde quindi la sua punta che ha preso la parola al termine del consiglio comunale di giovedì sera: «Ci tenevo molto ad essere presente per poter comunicare personalmente la mia scelta e non con una semplice lettera al protocollo – ha spiegato l’ormai ex consigliere – Questa sera, dopo quasi sei anni, è l’ultima sera in cui sono seduto tra voi. Nei prossimi giorni infatti formalizzerò ufficialmente le dimissioni dalla carica di consigliere comunale. Mi dimetto per motivi personali: ora altre situazioni richiedono la mia presenza. Spero che tutto vada per il meglio. Ora mia moglie ha bisogno di me e ritengo che non ha senso che rimanga qui in consiglio, quando i pensieri e le energie sono altrove».

L’articolo completo su La Provincia di sabato 2 marzo


© RIPRODUZIONE RISERVATA