Montorfano, vandali contro il  castagno  «Basta così, stanno passando il segno»
Il castagno piantato due anni fa in riva al lago vicino a quel che resta del grande castagno secolare crollato da tempo

Montorfano, vandali contro il castagno

«Basta così, stanno passando il segno»

L’aveva donato il consigliere Merry del Val per sostituire quello secolare crollato

Uno sfregio contro la natura che tocca il cuore dei montorfanesi e fa montare tristezza e rabbia. Il nuovo castagno, che era stato piantato nel novembre 2017, in sostituzione di quello secolare caduto, è stato decapitato da ignoti. Ora, sulla spiaggetta che prende proprio il nome dall’albero, località Castano, è rimasto solo l’esile tronco.

Il Castano è una località amata e conosciuta dai montorfanesi doc, da coloro che spesso passeggiano nei boschi intorno al lago.

Nella primavera del 2016 la natura aveva posto fine alla storia del secolare castagno, che era crollato tra riva e lago, ora i vandali. Il 2016 aveva chiuso una vera e propria pagina di storia naturale e civile del paese: era morto e caduto il vecchio castagno sulla sponda sud del lago: il castagno imponente che è ancora lì, adagiato tra spiaggia e acqua, a ricordare la sua storia gloriosa. La località Castano di Montorfano era rimasta orfana proprio di quella pianta che le ha dato lo stesso nome. Il vecchio piantone, che sicuramente secondo la memoria storica degli anziani montorfanesi, aveva oltre un secolo di vita, aveva alzato bandiera bianca. Per i montorfanesi fu una notizia triste. La gente infatti utilizzava le tre aree (Castano, Lido e Sant’Andrea) per andare a fare qualche tuffo nel bacino lacustre del paese.


© RIPRODUZIONE RISERVATA