Mostre, concerti e arrampicata  La stazione di Erba cambia volto
Il progettista Daniels Zampieri mentre illustra uno degli interventi alla stazione

Mostre, concerti e arrampicata

La stazione di Erba cambia volto

Prende forma il progetto YouthLab destinato ai giovani. Spazio anche alle associazioni, ai prodotti a km zero e alla parete per scalatori. La Soprintendenza dice sì all’ascensore esterno

Una sala mostre e una parete per l’arrampicata, ma anche un punto ristoro con prodotti a chilometro zero e locali in cui studiare e lavorare insieme. Ecco quali attività troveranno spazio all’interno della stazione ferroviaria di piazza Padania, una struttura che verrà riqualificata grazie a YouthLab: l’altra sera, a Villa Padre Monti, i responsabili del progetto hanno presentato i frutti di mesi di lavoro.

Dopo aver ottenuto dalla Fondazione Cariplo un milione di euro per promuovere le politiche giovanili sul territorio erbese, i coordinatori di YouthLab - guidati dal Consorzio Concerto di Como - hanno chiamato a raccolta i ragazzi tra i 14 e i 29 anni residenti nei 26 Comuni del distretto erbese.

Buona parte del finanziamento verrà speso per riqualificare parte del piano terra e il primo piano della stazione di piazza Padania, che si trasformerà in un centro di aggregazione giovanile: «A decidere che cosa troverà spazio all’interno della struttura - ha ricordato Stefano Martinelli, responsabile di YouthLab - saranno gli stessi giovani».

Lo scorso luglio i ragazzi hanno effettuato un sopralluogo all’interno della stazione. «In seguito - spiega Martinelli - si sono incontrati più volte per fare il punto della situazione: ora hanno le idee chiare sul futuro della struttura e l’altra sera il progettista Daniels Zampieri ha presentato diverse ipotesi progettuali».«La Soprintendenza - ha detto il progettista - ci ha suggerito che è molto meglio realizzare un nuovo ascensore esterno alla struttura piuttosto che all’interno.

Altri dettagli sul giornale in edicola domenica 22 ottobre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA