Musica troppo alta  Abbadia Lariana protesta  «È colpa di Valbrona»
Il municipio di Valbrona

Musica troppo alta

Abbadia Lariana protesta

«È colpa di Valbrona»

I controlli: rumori dai locali del Comune comasco e il sindaco Luigi Vener impone il coprifuoco

Musica che rimbomba, entra nelle case così forte che sembra quasi di essere in discoteca. E le lamentele da parte di chi non riesce a dormire arrivano in Comune, ad Abbadia Lariana. Ma la colpa non sarebbe dei Comuni lecchesi, ma dalla vivace Valbrona.

Un fiume di proteste soprattutto tra venerdì e sabato quando nei locali sul lago impazza la movida. Nel mirino finiscono i lidi, i campeggi e le spiagge di Abbadia, Mandello e Oliveto. Ma sono tutti in regola. Impensabile credere che il rumore provenga da Lecco in quanto troppo lontano.

Nel mirino sono allora finiti alcuni locali di Valbrona, tanto che il sindaco del paese comasco, Luigi Vener, ha imposto il coprifuoco. «Ho ricevuto le lamentele, giuste lamentele, da parte di Abbadia, e abbiamo avvisato i locali che a mezzanotte la musica va spenta – dice il sindaco Vener - Chi non rispetta le regole verrà sanzionato».


© RIPRODUZIONE RISERVATA