Polizia locale, nuova emergenza  Erba ritorna a caccia di agenti
Un agente della Polizia locale durante un servizio di controllo (Foto by foto archivio)

Polizia locale, nuova emergenza

Erba ritorna a caccia di agenti

Il casoIl corpo intercomunale destinato a scendere da 13 ad appena 11 vigili

C’era voluto un anno per arrivare al numero adeguato ad assicurare i servizi

Tanta fatica per trovare due nuovi vigili e ora bisogna ripartire dall’inizio. Nei prossimi mesi il corpo intercomunale della polizia locale di Erba, Eupilio e Pusiano perderà due agenti: Matteo Nava ha chiesto e ottenuto di trasferirsi a Proserpio, dove prenderà servizio dal primo aprile; in seguito lascerà il vicecomandante Roberto Fumagalli, vicino alla pensione. Gli agenti operativi torneranno dunque a essere 11 dai 13 attuali: l’obiettivo è recuperare al più presto due sostituti attraverso la mobilità e la graduatoria dell’ultimo concorso.

L’agente Nava ha chiesto il trasferimento ad altra amministrazione lo scorso 14 gennaio, il primo marzo è arrivato il via libera da parte del comandante Giovanni Marco Giglio: fra dieci giorni si trasferirà a Proserpio. Il comando di viale Magni perde dunque un agente operativo che era arrivato a Erba da Ponte Lambro nella primavera del 2017, ma nei prossimi mesi i vigili erbesi saluteranno anche lo storico vicecomandante Fumagalli pronto ad andare in pensione. Da 13 agenti operativi si tornerà a quota 11, come è stato per tutto il 2018.

Per trovare i sostituti di due vigili andati in pensione nell’estate del 2017 ci è voluto più di un anno, tra tentativi di mobilità e un lungo concorso pubblico: alla fine l’amministrazione ha individuato due nuovi agenti, il primo in servizio da dicembre e il secondo da poche settimane. Avere 13 uomini a disposizione è il minimo per consentire al comandante Giglio di effettuare tutti i servizi in città e nei paesi di Eupilio e Pusiano; insomma, i sostituti di Nava e Fumagalli vanno trovati al più presto.

«Nelle prossime settimane verrà aggiornata la programmazione del personale - fanno sapere da Palazzo Majnoni - e a quel punto si potranno mettere in campo tutti gli strumenti per le assunzioni. Sul tavolo c’è sempre l’istituto della mobilità per attirare a Erba un agente già in servizio altrove, inoltre si potrà sempre attingere alla graduatoria del concorso che si è tenuto a Erba nel corso del 2018».


© RIPRODUZIONE RISERVATA