Porte e finestre rotte al “Romagnosi”  Ecco i soldi svizzeri per Erba
Il preside Carlo Ripamonti e un addetto alla manutenzione mostrano lo stato di infiltrazioni, finestre e tapparelle al Romagnosi (Foto by Archivio)

Porte e finestre rotte al “Romagnosi”

Ecco i soldi svizzeri per Erba

La Provincia ha stanziato 700 mila euro con i fondi dei lavoratori frontalieri per i lavori alla scuola superiore. Il preside: «La situazione ormai era insostenibile»

Settecentomila euro per sostituire serramenti e oscuranti all’Istituto Romagnosi, 60mila euro per rifare l’impermeabilizzazione della copertura al Liceo Galilei. Dalla Provincia di Como arrivano ottime notizie per le scuole superiori erbesi: Villa Saporiti ha deliberato importanti progetti esecutivi finanziati con i fondi dei frontalieri.

Le promesse sono state mantenute: «C’è la copertura finanziaria - dice il consigliere provinciale Marco Campagna - i cantieri spunteranno probabilmente nel corso della prossima estate». L’opera più attesa e non più rimandabile interessa il Romagnosi di via Carducci.

Seicento studenti, tra ragionieri e geometri, studiano in aule con porte e finestre rotte, senza contare tapparelle che restano sempre alzate o abbassate. Una situazione denunciata a più riprese dal preside Carlo Ripamonti e dai rappresentanti del comitato genitori.

«Villa Saporiti è stata di parola - commenta il dirigente scolastico Ripamonti - finalmente tiriamo un sospiro di sollievo, non si poteva andare avanti in queste condizioni. Un ringraziamento è dovuto, speriamo che i lavori possano partire al più presto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA