Sindaco di Sormano multato ad Asso   «Quell’autovelox è irregolare»
La colonnina dell’autovelox: deve esserci un vigile per le multe

Sindaco di Sormano multato ad Asso

«Quell’autovelox è irregolare»

Sormani attacca il collega del paese vicino e contesta l’utilizzo senza vigile del box sulla Provinciale: «Rileva infrazioni di poco superiori al limite di 50 kmh»

L’autovelox posizionato a sorpresa all’interno dei bidoncini arancioni VelOk sulla Provinciale in Comune di Asso nelle ultime settimane colpisce con una certa continuità. Molte le multe per violazioni anche di pochissimo superiori al limite dei 50kmh. E sono colpiti molti residenti dei Comuni attorno ad Asso: tra questi anche il sindaco di Sormano Giuseppe Sormani, castigato di 44 euro per la “folle” velocità di 54 kmh.

Così il primo cittadino vuole dare avvio ad una battaglia contro questi sistemi di rilevazione e pone l’attenzione sulla regolarità dei rilievi, che non vengono contestati nell’immediato, e sulla modalità delle sanzioni comminate dall’amministrazione di Asso.

La volontà di Sormani è di rivolgersi al Prefetto per tutelare le tante persone colpite da quello che sembra quasi un pedaggio e invita ad una sorta di raccolta dati per capire il numero di multe elevato e ad una sollevazione popolare. E rende disponibile la mail fermiamoghinodiasso@gmail.com

«I miei amici mi prendono in giro perché in auto viaggio come una tartaruga. In vita mia ho preso due multe per eccesso di velocità: una trent’anni fa a Lurate Caccivio a 51 all’ora e una adesso ad Asso a 54 all’ora – spiega Sormani -. Faccio il rappresentante di commercio e giro tutti i giorni in auto».

E aggiunge: «Io sarei il primo a multare pesantemente chi crea pericolo e comprendo benissimo le esigenze del Comune di Asso. I bidoncini arancioni hanno funzionato: la gente li vede e rallenta, limitando la velocità e le situazioni di pericolo. Il comune di Asso ha raggiunto il proprio obiettivo. Ora però multare la gente che passa a 52 all’ora irrita proprio quelli che i limiti li rispettano, persone che circolano a velocità contenuta. Multare la gente a 51, 52, 56 all’ora non vuol dire fare sicurezza, vuol dire fare cassa e lo trovo moralmente disdicevole».

© RIPRODUZIONE RISERVATA