Sormano: dalle code per l’eclissi  alle notti di San Lorenzo  Riapre l’osservatorio
L’osservatorio alla Colma di Sormano durante una notte di stelle cadenti

Sormano: dalle code per l’eclissi

alle notti di San Lorenzo

Riapre l’osservatorio

Il 10 e 12 agosto le osservazioni dalla cupola. Gli Astrofili della Brianza saranno presenti dalle 20. L’invasione degli appassionati alla Colma per la Luna

Dopo il delirio per Luna rossa si torna a guardar le stelle.

Se si è da poco abbassato lo sguardo all’orizzonte dopo aver ammirato l’eclissi di luna, ora occorre rialzarlo per assistere - o almeno si spera - allo spettacolo delle stelle cadenti nella “Notte di San Lorenzo”.

Tutti con il naso all’insù, scrutando il cielo sperando di cogliere la fugace scia luminosa di una stella cadente: dopo la spettacolare eclissi di Luna dello scorso 27 luglio che ha visto migliaia di persone arrivare alla Colma creando anche problemi di traffico, la volta celeste torna nuovamente protagonista, e l’osservatorio astronomico di Sormano rinnova il consueto appuntamento con il pubblico il 10 e il 12 agosto.

Programma identico nei due giorni.«Si inizia alle 20 e mentre il cielo diventa buio al punto giusto, sarà possibile ingannare l’attesa con una piccola anticipazione di ciò che ci riserverà la serata: all’interno dell’osservatorio si potranno infatti ammirare al microscopio e anche toccare con mano alcuni campioni di stelle cadenti e osservarne da vicino la loro particolarissima struttura – spiegano dal Gruppo Astrofili Brianza che si occupa dell’osservatorio della Colma - È bene ricordare che, nonostante il loro famoso nome, queste meraviglie dei cieli non sono “stelle” e non sono “cadenti”: si tratta infatti di polveri e di piccoli pezzetti di roccia e di ghiaccio, dal diametro di pochissimi centimetri, lasciati nello spazio dalla cometa Swift-Tuttle il cui ultimo passaggio risale al 1992 e che tornerà a farci visita tra un centinaio di anni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA